Vittorio Orlando

Vittorio Orlando è nato a Mola di Bari, dove vive. Ha vinto il premio Silarus e anche il primo premio il Bergamotto di Reggio Calabria. Ha pubblicato alcuni libri di poesia tra cui ricordiamo “Bagliori di storia”(edizioni “Il saggio”).


L A N D A     A S S E T A T A
Spunta l’alba sulla assetata landa
ciò che rimane e’ silenzio,
eco che si avviluppa nell’amara nebbia.
Tutto dietro è reciso:passato e presente.
Il futuro è variegato, impreciso, precario.
Temo l’olocausto di errabonde e frali anime,
i rimandi segnati sul diagramma
sono come dodecafoniche note,
sobbalzi di alternata vita.
Piango per la perduta patria,
piango sul sacello dell’Occidente
che mi nega l’Essere,
Essere:ricusato, beffato,irriso
e l’antico greco cantico
arretra alle Colonne d’Ercole
nel soffocato rimpianto.
——–
——–

SENZA
Tra le stilobate di Sounion
volgo lo sguardo
a levante
come a ponente:
sono Dio
sono Zeus
sono Cristo
sono Buddha
sono Allah
sono Arlecchino!
Sono essenza
distillata di pietra
lanciata nello stagno
senza concentrici cerchi
senza tonfo
senza rumore
nell’immenso oblio del tempo.
———-
———-
ATOMO
Nacqui per volere del fato,
frammento vagante
nell’infinitesima galassia.

Ulula il soffio della vita
su rotte indefinite,
si spegne l’ardore
su dune di sabbia:

Miriadi di granelli
d’altrove trasportati dal vento
si uniscono in un infinito divenire
nella feconda essenza costruttiva.

L’essere si ricompone
in un’oasi di pace
all’ombra di rigogliosi palmeti,
e in un continuo riciclo
ricompattati granelli di sabbia
generano infiniti atomi
non divisibili tra loro
nell’eterna utilità del tempo.
———-
———-

ILLUSIONE
Oh Dio!….
Maledico la materna Medea
che mi allettò nella vaga promessa.
Ora ramingo vo per la radura,
ebbro di lucida visione
e, come un sabba,
intono un ballo alla luna,
ghignante,
che si fa beffa delle beffe.
———-
———-
POLIS
Bracci di cemento
elevati al cielo
cercano libertà.
Ma come venditori di solitudine
si ammassano sui marciapiedi.
L’ultimo atto di teppismo
annuncia la fine del nomade urbano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...