A proposito di varietà

Capisco che la comicità non possa essere satira, ma quella televisiva odierna blandisce i potenti invece di metterli in ridicolo. Non parliamo poi della sua volgarità e di quanto sia basata esclusivamente sul sesso(in modo becero). Certa comicità così scurrile, superficiale e sempre alla ricerca di facili consensi mi indigna profondamente. Mi fa arrabbiare perché vuole far ridere utilizzando stereotipi, doppi sensi, battute da bar dello sport, barzellette già sentite, gag stupide. È questo che significa essere nazionalpopolari? Questi comici dovrebbero farmi fare delle risate spensierate e invece non mi strappano nemmeno un sorriso. Sono io che sono depresso? Dipende da me? Ho bisogno di una comicità più sofisticata e cerebrale? Non dovremmo noi italiani prendere esempio dall’umorismo inglese caratterizzato da stile ed autoironia? La realtà forse è che non c’è più quella fucina di talenti che era il cabaret di una volta. Non voglio parlare poi dei comici italiani che per risultare simpatici fanno ancora battutine velatamente sessiste o omofobe. Oppure di quelli che riprendono luoghi comuni stantii.  Un tempo questi personaggi sarebbero stati al massimo dei guitti(forse) e lo scrivo con tutto il rispetto dei guitti di tempo fa. Invece oggi hanno fama e denaro. Tutto questo gregge di artisti che invade le trasmissioni televisive sia pubbliche che private e che vorrebbe sembrare brillante al pubblico mi risulta personalmente antipatico e sopravvalutato. Non capisco nemmeno perché si deve pagare il canone per vedere le solite scemenze che si vede nelle televisioni private. Dove sta in fondo questo servizio pubblico? In fondo anche le televisioni private fanno qualche programma culturale o di attualità. I telegiornali li fanno anche le reti televisive private. Non vedo una maggiore qualità della Rai. Quello che scrivo lo possono constatare tutti. Un tempo inoltre i comici avevano più stile e gusto. Un tempo forse anche il pubblico aveva più gusto. Alle volte mi verrebbe voglia di invocare la censura che spesso alzava l’asticella della comicità, anche se sarebbe alquanto anacronistica e controproducente al mondo d’oggi. Un tempo c’erano comici di ben altro stile e di ben altro spessore culturale. Questi signori dovrebbero essere artisti che si schierano totalmente contro il potere, i potenti e l’ordine costituito. Dovrebbero essere sempre dalla parte dei più deboli. Invece spesso fanno l’esatto contrario. Forse è mancanza di coraggio. Probabilmente è anche mancanza di creatività e di immaginazione. Eppure anche i comici che arrivano in televisione sono ben retribuiti come tutti gli artisti e i professionisti della televisione( ma sarebbe meglio mettere tra virgolette queste parole). Più fanno ascolti e più sono pagati naturalmente! Naturalmente nessuno deve mettere in discussione la qualità di programmi che fanno ascolti! È forse per i pochi artisti e per i presentatori soltanto che il programma televisivo ha così elevati ascolti? Perché questi personaggi sono pagati così tanto e i tecnici no ad esempio? Non sarebbe meglio distribuirli più equamente quei soldi? Nelle televisioni private possono fare come vogliono ma in quelle pubbliche ci dovrebbe essere delle regole: dei tetti ai compensi e una certa equità retributiva. Gli showman, interpellati a riguardo, si difendono dicendo che è a causa del mercato. Secondo un vecchio adagio “tutti possono essere utili, ma nessuno è indispensabile “. Molto probabilmente loro invece sono insostituibili e perciò devono essere strapagati. Molto probabilmente nessuno potrebbe condurre o fare battute come loro e senza di loro quel programma addirittura non esisterebbe: forse è questo quello che pensano e che vorrebbero far credere a tutti. Mah! Misteri buffi della televisione. Comunque ancora è valida la frase che il ministro, impersonato da Nanni Moretti, dice ne “Il portaborse”: “siamo fortissimi nel varietà”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Osservazioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...